DIY, Guitar Effects, Guitar Amplifier, 3D Printer, Arduino, RaspberryPi

GRBLWeb su Raspberry Pi 1

GRBLWeb su Raspberry Pi 1

PARTE 1 – Preparazione e installazione

Riprendendo l’articolo “GRBLWeb su BananaPi” , in questo breve articolo tratterò l’installazione di suddetto controller su RaspberryPi 1 modello B+.

In questo caso faremo un’installazione da zero, preparando la scheda fin dalla sua prima configurazione. Preparate, perciò, il seguente materiale:

Per comodità, inserite e scompattate tutti i file ottenuti in una cartella, inserite la scheda SD in un lettore collegato alla porta USB del vostro PC e avviate il programma Win32DiskImager.exe

Come indicato in figura, prima selezionate l’unità della vostra scheda SD, poi sfogliate le cartelle per caricare il file dell’immagine del Raspberry (attualmente grblweb-2014-09-09-wheezy-raspbian), infine premete su Write. Partirà così la scrittura sulla SD del sistema operativo già preconfigurato di GRBLWeb. L’immagine pesa circa 3.5GB, quindi è indispensabile utilizzare una SD di almeno 8GB.

Terminata la scrittura è tempo di inserila nel vostro RaspberryPi, collegare il cavo di rete, alimentarlo e procedere con la sua configurazione base.

Avviamo, quindi AdvancedIP Scanner, lanciamo la scansione di tutti gli IP della nostra rete e andiamo ad identificare l’indirizzo assegnato alla scheda RPi.

Avviamo quindi il programma Putty e inseriamo l’indirizzo ottenuto, nel campo Host-Name (or IP address)

Ci collegheremo, in questo modo, attraverso una sessione terminal, alla scheda.

Le utenze da utilizzare sono (utente/password):

  • pi
  • raspbian

La prima cosa da fare è quella di effettuare una configurazione base, quindi lanciamo il comando

  • sudo raspi-config

ottenendo la seguente schermata

Modifichiamo subito lo spazio del filesystem, espandendolo a tutta la scheda SD, scegliendo la prima voce e confermando l’operazione. In Adavanded Options abilitiamo le voci SHH. Come spiegato anche nell’articolo Appunti assegniamo anche un indirizzo IP statico, con il comando

  • sudo nano /etc/network/interfaces
auto lo
iface lo inet loopback
auto eth0
iface eht0 inet static
address 192.168.1.xxx
netmask 255.255.255.0
network 192.168.1.0
gateway 192.168.1.xxx

Per rendere effettive tutte le modifiche, riavviamo la scheda con

  • sudo reboot

Al riavvio successivo, consiglio di installare anche i seguenti pacchetti:

  • Shell In A Box con sudo apt-get install shellinabox (per usare una shell di comando da pagina web.Porta predefinita 4200)
  • TightVNC con sudo apt-get install tightvncserver (per collegarsi in remoto alla scheda RPi)

PARTE 2 – Configurazione

 

in arrivo….

 

 

Per domande, chiarimenti o problematiche iscrivetevi al forum e pubblicate le vostre richieste nell’apposita sezione.

http://www.fennecelectronics.it/smf/index.php?board=50.0

 

 

 

1341 Visualizzazioni totali 2 Visualizzazioni odierne

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>